Monday

Famosi astronomi e astrofisici



Periodo
classico


1473-1543
Polacco
sviluppò un semplice modello eliocentrico del sistema solare che spiegava il moto retrogrado planetario e l'astronomia greca rovesciata

1546-1601
Danese
osservò una supernova ora conosciuta come "supernova di Tycho"; fatto le osservazioni più precise delle posizioni stellari e planetarie allora conosciute

1564-1642
Italiano
eseguito osservazioni fondamentali, esperimenti e analisi matematiche in astronomia e fisica; scoperti montagne e crateri sulla luna, le fasi di Venere e i quattro maggiori satelliti di Giove: Io, Europa, Callisto e Ganimede

1571-1630
Tedesco
ha stabilito le tabelle astronomiche più esatte allora conosciute; ha stabilito le tre leggi del moto planetario

1598-1671
italiano
fece studi lunari telescopici e pubblicò dettagliate mappe lunari in cui introdusse molta nomenclatura per gli oggetti lunari; ha scoperto la prima stella doppia (Mizar)

1625-1712
Francese di origine italiana
periodi di rotazione misurati di Giove e Marte; scoperto quattro satelliti di Saturno e il divario negli anelli di Saturno ora noto come "divisione di Cassini"

1629-1695
olandese
scoprì il primo satellite di Saturno, Titano, e la vera forma degli anelli di Saturno

1643-1727
Inglese
ha sviluppato teorie della gravitazione e della meccanica e ha inventato il calcolo differenziale

1656-1742
Britannico
usò la sua teoria delle orbite della cometa per predire che la cometa del 1682 (in seguito chiamata "cometa di Halley") fu periodica

1730-1817
francese
scoprì 19 comete, 13 essendo originali e 6 scoperte di co-scoperte; compilato un famoso catalogo di oggetti del cielo profondo

1736-1813
francese
sviluppato nuovi metodi di meccanica analitica; apportò molti contributi teorici all'astronomia, migliorando la nostra comprensione del moto lunare e gli effetti perturbanti dei pianeti sulle orbite delle comete; trovata la soluzione al problema dei 3 corpi che mostrava che ci potevano essere due punti (ora chiamati punti di Lagrange) in orbita di Giove dove i pianeti minori potevano rimanere quasi indefinitamente - il gruppo di asteroidi Troiani fu scoperto in seguito in queste posizioni

1738-1822
Britannico
scoprì Urano e le sue due lune più luminose, Titania e Oberon; scoprì le lune di Saturno, Mimas ed Encelado; scoperto le calotte polari di Marte, diversi asteroidi e stelle binarie; catalogato 2.500 oggetti del cielo profondo

1746-1826
italiano
scoprì il più grande asteroide, Cerere; posizioni accuratamente misurate di molte stelle, risultante in un catalogo stellare

1747-1826
Tedesco
rese popolare una relazione che dava distanze planetarie dal Sole, che divenne nota come "legge di Bode"; predetto un pianeta sconosciuto tra Marte e Giove, dove in seguito furono trovati gli asteroidi

1749-1827
francese
fatto importanti contributi matematici alle equazioni differenziali; promosso l'ipotesi della nebulosa solare per l'origine del sistema solare

1750-1848
Britannico
ha scoperto diverse comete ed è stata la prima donna a scoprire una cometa

1758-1840
Tedesco
ha inventato il primo metodo di successo per il calcolo delle orbite della cometa; scoprì diverse comete, inclusa la cometa del 1815, ora chiamata cometa di Olber; scoprì gli asteroidi Pallas e Vesta; posò il famoso paradosso di Olber: "Perché il cielo notturno è scuro?"

1784-1846
prussiano
prima misurare la distanza dalla stella 61 Cygni; propose che Sirius avesse un compagno invisibile; elaborato l'analisi matematica di quelle che ora sono conosciute come funzioni di Bessel

1787-1826
Tedesco
realizzato misure dettagliate della lunghezza d'onda di centinaia di linee nello spettro solare; progettato un obiettivo obiettivo acromatico

1791-1865
Tedesco
ha scoperto la prima cometa di breve periodo, ora chiamata cometa di Encke

1793-1864
Russo nato in Germania
fondato lo studio delle stelle doppie; catalogo pubblicato di oltre 3000 stelle binarie; prima per misurare la distanza dalla stella Vega

1797-1850
Tedesco
mappe preparate e pubblicate di Luna e Marte

1798-1844
Scozzese
prima per misurare la distanza da una stella (Alpha Centauri)

1799-1880
Britannico
Scoperto Triton, il più grande satellite di Nettuno

1801-1892
Britannico
teoria orbitale migliorata di Venere e Luna; studiato le frange di interferenza nell'ottica; fatto uno studio matematico dell'arcobaleno

1811-1877
francese
ha previsto con precisione la posizione di Nettuno, che ha portato alla sua scoperta

1812-1910
Tedesco
prima persona ad osservare Nettuno, basato su calcoli del matematico francese Urbain Le Verrier; tuttavia, la scoperta di Nettuno viene solitamente attribuita a Le Verrier e all'astronomo inglese John Crouch Adams, che per primo ne predisse la posizione

1814-1874
svedese
scoperto l'idrogeno nello spettro solare; fonte dell'unità Angstrom

1814-1895
americano
scoperto le "lacune di Kirkwood" nelle orbite degli asteroidi tra Marte e Giove; ha spiegato le lacune negli anelli di Saturno

1824-1910
Britannico
prima di mostrare che alcune nebulose, inclusa la grande nebulosa di Orione, hanno spettri di emissione puri e quindi devono essere gassosi

1836-1920
Britannico
scoperto nello spettro solare un elemento precedentemente sconosciuto che ha chiamato elio

1837-1882
americano
fatto la prima fotografia di uno spettro stellare (quello di Vega); più tardi hanno fotografato spettri di oltre un centinaio di stelle e li hanno pubblicati in un catalogo; studiato spettro della Nebulosa di Orione, che ha mostrato era una nuvola di polvere

1846-1919
americano
ha scoperto la prima stella binaria spettroscopica, Mizar

1851-1922
olandese
Scoprirono che i movimenti propri delle stelle non erano casuali, ma le stelle potevano essere divise in due flussi che si muovevano in direzioni opposte, rappresentando la rotazione della nostra galassia

1857-1923
americano
scoprì otto comete e Almathea, la quinta luna di Giove; ha anche scoperto la stella con la più grande moto appropriata, ora chiamata stella di Barnard

Premi
Nobel

1908-1995
svedese
sviluppato la teoria della magnetoidrodinamica

1910-1995
Americano di origine indiana
fatto importanti contributi teorici riguardanti la struttura e l'evoluzione delle stelle, in particolare le nane bianche

1911-1995
americano
condotto ampi studi sperimentali sulle reazioni nucleari di significato astrofisico; sviluppato, insieme ad altri, una teoria completa della formazione di elementi chimici nell'universo

1924-
Britannico
ha guidato il gruppo di ricerca che ha scoperto la prima pulsar

1933-
Americano di origine tedesca
co-scoperto la radiazione cosmica di fondo a microonde

1936-
americano
co-scoperto la radiazione cosmica di fondo a microonde

1941-
americano
co-scoperto il primo pulsar binario

1950-
L'americano ha scoperto la prima pulsar binaria

Altri

1863-1941
americano
spettri classificati di molte migliaia di stelle; cataloghi pubblicati di stelle variabili (di cui 300 ha scoperto)

1863-1932
Tedesco
ha scoperto centinaia di asteroidi usando la fotografia

1868-1938
americano
ha rivoluzionato le osservazioni spettrali inventando e usando lo spettrografo; scoperti campi magnetici in macchie solari; il primo astronomo ad essere ufficialmente chiamato astrofisico; fondato Yerkes, Mt. Wilson e Palomar Observatories

1868-1921
americano
scoperto la relazione periodo-luminosità per le variabili Cefeidi

1872-1934
olandese
studiato le conseguenze astronomiche della teoria della relatività generale di Einstein; dedusse che un universo quasi vuoto si sarebbe espanso

1873-1967
danese
ha inventato il diagramma del colore-magnitudine; studiando ammassi stellari, scoprì indipendentemente la relazione tra la magnitudine assoluta e i tipi spettrali di stelle; una trama di questa relazione è ora chiamata diagramma di Hertzsprung-Russell (o diagramma H-R); determinata distanza dalla Piccola Nuvola Magellanica

1873-1916
Tedesco
prima di dare una soluzione esatta delle equazioni di Einstein della relatività generale, dando una comprensione della geometria dello spazio vicino a una massa puntiforme; fatto anche il primo studio sui buchi neri

1874-1943
giapponese
scoperto l'esistenza di gruppi di asteroidi con elementi orbitali simili. Ha ipotizzato che gli asteroidi in queste famiglie (ora chiamate famiglie Hirayama) fossero fisicamente collegati

1875-1969
americano
prima di misurare la velocità radiale della galassia di Andromeda

1876-1956
americano
identificato Sirius B come la prima stella nana bianca conosciuta

1877-1957
americano
ha utilizzato metodi fotografici per misurare i parallassi stellari, portando alla scoperta della relazione tra la magnitudine assoluta e i tipi spettrali di stelle; una trama di questa relazione è ora chiamata diagramma di Hertzsprung-Russell (o diagramma H-R)

1879-1935
Tedesco di origine svedese
inventò e costruì il primo telescopio riflettente Schmidt usando una piastra correttrice che ideò per eliminare l'aberrazione dell'immagine

1882-1944
Britannico
prima per confermare la previsione di Einstein che la luce si piegherà vicino a una stella; scoperto la relazione massa-luminosità per le stelle; teoricamente spiegato la pulsazione delle variabili Cefeidi

1885-1972
americano
ha scoperto la dimensione della nostra galassia e la direzione del suo centro studiando la distribuzione di ammassi globulari; determinato le orbite di molte stelle binarie eclissanti

1889-1953
americano
prima di misurare la distanza dalla nebulosa di Andromeda, stabilendo che si tratta di una galassia separata; successivamente ha misurato le distanze con altre galassie e ha scoperto che si allontanano in proporzione alla loro distanza (legge di Hubble)

1893-1960
Americano di origine tedesca
scoprì gli asteroidi Hidalgo e Icaro; ha stabilito due diverse classi stellari: la più giovane, più calda "Popolazione I" e la più vecchia e più cool "Popolazione II"

1894-1966
belga
idea avanzata che l'Universo sia nato come un piccolo "uovo cosmico" denso che esplose e mise in moto la sua espansione

1895-1976
Tedesco
dividere le supernove in Tipi I e II; identificato otticamente molte delle prime fonti radio

1897-1952
francese
ha inventato il coronografo

1897-1963
Americano di origine russa
realizzato studi spettroscopici dettagliati di stelle binarie chiuse; scoperta della materia interstellare (regioni H II)

1898-1974
Svizzero-americana
osservato coma cluster di galassie e determinato che la maggior parte del cluster deve essere "materia oscura"; proposta di esistenza e quindi di galassie nane osservate; ha proposto l'esistenza di supernova (un termine coniato) e che il loro collasso potrebbe portare a stelle di neutroni; anticipata scoperta di quasar proponendo che le galassie blu compatte potrebbero essere scambiate per stelle; prevedeva che la materia oscura potesse essere studiata osservando le galassie che agivano come lenti gravitazionali

1900-1992
olandese
distanza calcolata dal centro della galassia; determinato periodo per il sole per completare una rivoluzione della Via Lattea; calcolato la massa della Via Lattea; ha proposto l'esistenza di un'enorme nube sferica di comete ghiacciate (la nube di Oort) lasciata indietro dalla formazione del sistema solare

1900-1979
Inglese
Scoprì che le stelle sono composte principalmente da idrogren, con l'elio l'elemento secondo più abbondante

1904-1968
Americano di origine russa
prima ha suggerito la fusione dell'idrogeno come fonte di energia solare

1905-1950
americano
Scoperto onde radio dallo spazio, quindi pioniere della nascita della radioastronomia

1905-1973
Americano olandese
scoprì Miranda, il quinto satellite di Urano; scoprì Nereide, il secondo satellite di Nettuno; scopri l'atmosfera di Titano, il satellite più grande di Saturno; i suoi studi spettroscopici su Urano e Nettuno portarono alla scoperta di detriti simili a comete ai margini del sistema solare, ora chiamati "la cintura di Kuiper"

1905-1993
italiano
pioniere dell'astronomia a raggi X e della fisica del plasma spaziale; ha partecipato alla scoperta della prima sorgente di raggi X conosciuta al di fuori del sistema solare (Scorpius X-1)

1906-1983
olandese
ha suggerito che piccoli globuli scuri di gas interstellare e crepuscolo (ora chiamati globuli di Bok) stanno collassando per formare nuove stelle

1906-1997
americano
scoperto il pianeta Plutone

1906-2004
americano
ha proposto il modello "sporca palla di neve" della struttura cometaria

1908-1996
sovietico
uno dei fondatori dell'astrofisica teorica; per prima cosa suggerisco che le stelle di T Tauri sono molto giovani e che le vicine associazioni stellari si stanno espandendo

1911-2002
americano
costruì il primo radiotelescopio (un riflettore parabolico di 31 piedi di diametro), diventando così il primo radioastronomo

1911-1960
americano
ha scoperto la prima galassia attiva, parte di un gruppo ora chiamato galassie di Seyfert

1911-2008
americano
apportato contributi teorici alla comprensione della gravità quantistica; coniato il termine "buco nero"; ha introdotto il concetto di "spacetime foam"

1912-2005
Tedesco
contribuito allo sviluppo del modello teoria nebulare per la formazione del sistema solare; propose (con Hans Bethe) la reazione protone-protone come fonte di energia termonucleare per il sole

1914-2006
americano
uno scienziato spaziale noto per aver scoperto la magnetosfera terrestre

1915-2001
Britannico
proponente del modello stazionario dell'universo; noto autore di fantascienza; propose che le prime forme di vita fossero trasportate nello spazio sulle comete e che queste forme primitive di vita trovassero la loro strada sulla Terra; coniato in modo derisorio il termine "Big Bang" per una teoria cosmica con la quale non era d'accordo

1916-1997
americano
ha proposto che la radiazione vicino alla lunghezza d'onda di 1 cm sia rimasta dal Big Bang caldo; ha inventato il radiometro a microonde, usato per rilevare questa radiazione

1920-2013
americano
ha scoperto indipendentemente gli oggetti Herbig-Haro, che sono nuvole di gas associate a giovani stelle

1919-
Britannico
ha effettuato ricerche osservative sugli spettri di quasar e altre galassie peculiari; contribuito alla comprensione della nucleosintesi stellare

1920-2004
americano
ha contribuito alla nostra comprensione della cosmologia, della natura delle pulsar come stelle di neutroni rotanti e dell'origine degli idrocarburi planetari

1920-2010
giapponese
ha scoperto il modello seguito dalle stelle della pre-sequenza in diagrammi H-R (ora chiamata traccia di Hayashi); scoperto il raggio massimo per una stella di una data massa (il limite di Hayashi); ha dato un contributo significativo alla nostra comprensione della nucleosintesi del Big Bang

1924-2008
Americano austriaco
ha spiegato come la reazione al triplo alfa potrebbe produrre carbonio dall'elio nelle stelle; ha lavorato sulla teoria atomica e sull'elettrodinamica quantistica; co-sviluppato l'equazione di Bethe-Salpeter; contribuito all'astrofisica nucleare, all'evoluzione stellare, alla meccanica statistica e alla fisica del plasma

1926-2010
americano
identificato il primo quasar e ne scoprì molti altri; età determinata di molti ammassi globulari

1928-
americano
ha misurato le curve di rotazione per le galassie distanti e alla fine ha concluso che il 90% o più dell'universo è fatto di materia oscura invisibile

1929-
americano
implementato nuove tecniche radio o radar per varie attività di ricerca astrofisica, tra cui test del sistema solare di relatività generale e studi di lenti gravitazionali e supernovae che cercano di determinare un valore accurato per la costante di Hubble

1931-
italiano
pioniere dell'astronomia a raggi X; ha partecipato alla scoperta della prima sorgente di raggi X conosciuta al di fuori del sistema solare (Scorpius X-1)

1931-
Britannico
contribuito allo sviluppo della relatività generale mostrando la necessità di singolarità cosmologiche; chiarito la fisica dei buchi neri

1934-2005
americano
ha dato importanti contributi teorici alla comprensione dei neutrini e dei quasar solari

1934-1996
americano
era un leader nella ricerca dell'intelligenza extraterrestre; ha contribuito alla maggior parte delle missioni spaziali per esplorare Marte e i pianeti esterni; avvertito che una guerra nucleare a tutto campo potrebbe portare a un "inverno nucleare"

1938-
americano
ha scoperto il satellite di Plutone, Caronte

1939-
americano
noto pittore di temi astronomici; co-ha sviluppato la teoria più ampiamente accettata della formazione della Luna (dalla collisione di un gigante planetario con la Terra alla fine del periodo di formazione del pianeta del sistema solare)

1940-
americano
contribuito alla comprensione teorica dei buchi neri e delle radiazioni gravitazionali; co-fondatore del Laser Interferometer Gravitational Wave Observatory Project (LIGO)

1942-
americano
tecniche sviluppate per interferometria di base molto lunga (VLBI) utilizzando standard di frequenza atomica per sincronizzare i radiotelescopi in località remote in tutto il mondo, portando a un miglioramento di 1000 volte della risoluzione angolare per i radiotelescopi; condotto le prime misurazioni del VLBI intercontinentale e transcontinentale

1942-2018
Britannico
combinata relatività generale con teoria quantistica per prevedere che i buchi neri dovrebbero emettere radiazioni ed evaporare

1943-
Britannico
ha scoperto la prima pulsar

1943-
Canadese di origine americana
identificato Cygnus X-1 come il primo buco nero

1943-2011
americano
ha scoperto gli anelli di Urano

1947-
americano
sviluppato la teoria dell'evoluzione cosmica conosciuta come l'universo inflazionario

1948-
americano
direttore del Centro nazionale di astronomia e ionosfera; tecniche sviluppate per studiare la struttura di nubi molecolari dense in cui si sta verificando la formazione stellare

giapponese
ha guidato il gruppo che ha scoperto la prima nana bruna

1958-
americano
meglio conosciuto per la scienza del poplare ospitando la serie televisiva NOVA ScienceNow e Cosmos: Un'odissea SpaceTime

1965-
americano
ha scoperto con la sua squadra molti oggetti transnettonici (TNO) tra cui Eris, il primo TNO scoperto che è più grande di Plutone, che alla fine ha portato alla retrocessione di Plutone su un pianeta nano

No comments:

Post a Comment